.

.
ARRIVEDERCI AL PROSSIMO ANNO?

mercoledì 21 dicembre 2016

martedì 20 dicembre 2016

A.C. Vallesaccarda - Asd Greci 0-1

Babbo Natale del Greci non ha i doposci , in questo mite dicembre, ma indossa i guanti e le scarpette del portiere del Vallesaccarda che probabilmente scivola in area piccola su una punizione cross di Andrea Panzetta alla mezzora del primo tempo e permette alla palla di entrare in porta alla sua sinistra per lo 0-1 decisivo.

Questo è  il pacco regalo scartato dal Greci, non in una gran giornata , che aveva bisogno di ripartire per confermarsi tra le prime dopo le due sconfitte consecutive.

Gara spigolosa, a tratti noiosa nella prima frazione dove esordisce dall'inizio Zoccano a destra (è ormai un trasformista dopo aver occupato tutte le caselle difensive nella sua carriera) e dove si segnalano Cardinale per un tiro, Norcia per le sue incursioni a sinistra a servire Fresegna anticipato quasi sempre  di un soffio. Il Vallesaccarda la lancia spesso lunga per le punte ma il portiere Barbato non si fa mai sorprendere e capisce sempre le intenzioni con ottime uscite.

Nella ripresa il Greci senza brillare tiene lo 0-1 ma tiene anche in apprensione mister e presidente che attendono il raddoppio che però non arriva.
L'azione "spacca-partita" è un lancio del Vallesaccarda verso una punta che nella concitazione fa probabilmente carica al portiere grecese Barbato, poi la sfera vagante è contesa sempre dal nostro Peppone con un altro giocatore locale e qui forse avviene un atterramento , ma solo dopo la precedente carica subita.
L'arbitro non decreta il penalty e viene accerchiato dai locali : nel parapiglia viene espulso un giocatore.
A quel punto qualche giocatore del  Vallesaccarda esce mentalmente dalla gara e intraprende uno scambio di ping pong col l'arbitro che conosce solo una risposta : il cartellino rosso che esibisce nei minuti successivi a un calciatore minaccioso e successivamente ad un altro che , a gioco fermo, ha provato a tatuare il numero di scarpe sul grecese Cardinale.

In tripla superiorità il Greci ha la colpa (e non è la prima gara) di fallire l'ultimo passaggio e qualche gol facile, poi è l'arbitro ad annullarne uno regolare a Loris Cutillo in contropiede servito da Fresegna.

Ora la sosta nella quale lavorare per una gara troppo importante l'8 gennaio contro il S. Sossio, unica squadra che non ha perso con il Monteleone...

Buone Feste a tutti i lettori (grecesi e non)  dall'Asd Greci!

domenica 11 dicembre 2016

RISULTATI E CLASSIFICA

ASD GRECI - ASD MONTELEONE 1-3




Che peccato abdicare così  in uno scontro diretto!
Il Greci consegna anche per propri demeriti un match tirato (forse da 0-0 o minimo scarto) alla forte compagine ospite che ha fatto razzie di calciatori in categorie superiori per vincere questo campionato.
Si parte con un'azione del Greci con Cutillo abile a rubare la sfera al difensore ma tira in maniera velleitaria.
Poi una buona mezzora dove il maggior tasso tecnico degli ospiti viene ampiamente compensato dalla tenuta atletica dei biancocelesti  (oggi con la seconda divisa) sempre pronti a pressare nella quale si segnala una grande uscita del portiere grecese  Peppe Barbato (tra i migliori) che chiude lo specchio a una delle punte foggiane.
Al 35 ' la frittata con un disimpegno difensivo horror  del Greci con una serie di passaggi "letali" fra difensori , uno dei quale è intercettato da una delle due volpi d'attacco dei dauni che non può credere ai suoi occhi di fronte a questo cadeau e  serve il compagno Baratta (uno che ha fatto doppia cifra di gol in prima categoria)  solo in mezzo che insacca.
E' una mazzata psicologica dalla quale però il Greci si riprende ad inizio ripresa affrontata con molta convinzione e grinta nei primi minuti quando Cardinale, Matteo Pucci (rientrato alla base il figliol prodigo finalmente nella sessione di mercato di dicembre) alzano i ritmi e provano a tirare dalla distanza senza esito però.
Mentre il Greci opera il forcing per pareggiare , la difesa si ripete e sempre in disimpegno rischioso si fa intercettare la sfera che l'altra volpe dei dauni Flammia ( altra punta con curriculum ricco di reti in categorie superiori) trasforma nel raddoppio.

Qui si può dire che si chiude la gara perchè psicologicamente i due gol fotocopia  annientano psicologicamente i grecesi.

Nel finale gol dello 0-3 col malinteso di un difensore con il portiere incolpevole e , infine, gol della bandiera grecese con il neo arrivato Claudio Fre..segna ( in nomen omen) , punta esperta che alza notevolmente il tasso tecnico offensivo  del Greci , che realizza con freddezza dopo un ottimo scambio fra Andrea Panzetta  Ardito ed Albanese.

Campionato equilibrato come testimoniano i risultati degli altri campi col solo Monteleone che ha alcuni elementi "fuori categoria" e il Greci che  esce rammaricato per le azioni dei gol  dauni che non necessitavano di tali regali ma contemporaneamente consapevole di avere un organico all'altezza della situazione (anche e soprattutto chi oggi ha avuto una giornata storta  ma in passato è stato fra i protagonisti).
Se la convinzione mentale salirà (sarà fondamentale per il resto della stagione) quando la  sconfitta sarà assorbita e smaltita , sarà stato un incidente di percorso . Altrimenti son problemi se non si resetta tutto.

Il Greci può continuare a stare lassù: non lo ha detto il risultato , ma l'andamento della gara.

lunedì 5 dicembre 2016

RISULTATI E CLASSIFICA

Monteleone e San Sossio di goleada prendono la vetta con un punto di margine sul Greci.
Le due squadre di Vallesaccarda si fanno rispettare.



Mirabella Eclano - Asd Greci 2-1

Il Greci cede il ...Passo in quel di Mirabella.
La marcia incredibile si interrompe in maniera brusca e un po ' inattesa con un UNO-DUE subito in pochi minuti nel primo quarto d'ora che stordisce la truppa di mister Martino.
Disattenzioni nate da calcio d'angolo con marcature saltate ed entrambe punite dai locali ; toccherà provare i calci piazzati per trovare correttivi alle marcature.
Dopo il 2-0 il Mirabella si rende pericoloso solo un'altra volta in tutto l'arco del match ma Peppe Barbato si fa trovare pronto.
Per il resto gara condotta dal Greci ma senza brillare nella costruzione della manovra a centrocampo dove si segnala solo Luca Tarantino , autore di una bella prova dal punto di vista della quantità.
Cutillo riesce con un'azione personale a conquistare il penalty che Andrea Panzetta trasforma sul finire del primo tempo , riaprendo il match sul 2-1.

Ma nella ripresa, pur provando a tirare abbastanza, il Greci  ha solo una clamorosa palla gol col capitano Angelo Mottola in avanti a dare la carica ai compagni ma la sua deviazione in spaccata sfiora il bersaglio di un nonnulla.
Per il resto qualche piazzato di poco fuori e tanti lanci lunghi che agevolano la difesa locale ben piazzata fisicamente.

Pareggio che sarebbe stato giusto ai punti, ma non c'è tempo per recriminare. Bisogna ripartire. La prossima gara contro la favorita designata a vincere il campionato (Montelone ) impone una prova di maturità tattica e carattere dei ragazzi biancocelesti.