.

.
ARRIVEDERCI AL PROSSIMO ANNO?

mercoledì 27 gennaio 2016

Asd Greci - A.C.D. Carife 3-1

Chi lo ha detto che bisogna giocar bene per vincere?
Oggi il Greci interpreta l'essenza del calcio e vince giocando decisamente male, sicuramente peggio di tante altre gare chiuse con sconfitte immeritate.
Si parte con l'emergenza portiere (col primo Cifaldi influenzato) sostituito degnamente da Peppone Barbato che con una squadra di CArife fece  uno spettacolare esordio in porta 5 anni fa , regalando emozioni indimenticabili a quel Greci.
La gara si presenterebbe agevole per il Greci dato che gli ospiti si presentano con soli 11 componenti , ma regna comunque nervosismo nel biancocelesti e la manovra è tutt'altro che fluida nonostante le cose si mettono subito bene grazie al vantaggio spettacolare di Boscia senior che di prima intenzione mette sotto sotto l'incrocio con il tiro del mercoledi da applausi.
Anche un gol annullato per il bomber grecese per un "lascia" detto un compagno di squadra, decisione tutto sommato corretta secondo il regolamento.
Dopo questo vantaggio il Greci prova a gestire ma non gli riesce e il Carife con una serpentina personale della punta che uccella tutta la difesa perviene al pareggio. Nell'occasione (a proposito di sfiga) si fa male al gomito pure il portiere Barbato che deve uscire.

 Auguri  di pronta guarigione da tutta la squadra!

Chi va in porta senza un portiere di ruolo? Naturalmente il Capitano Antonio Pucci non si tira indietro e indossa i guanti (non lo dirà mai ma è andato in porta perchè è il ruolo in cui poteva sprecare minori energie...)
Per fortuna i guai finiscono qui perchè il Greci trova il raddoppio con Enzo Norcia.
Si si avete letto bene...fine del monopolio del gol Cutillo-Boscia e finalmente un  marcatore diverso per i grecesi. Gran punizione defilato sulla fascia che si infila sotto l'incrocio...secondo gollazzo di giornata per i ragazzi di mister Marinaccio che  proprio non ne vogliono sapere di segnare reti facili, come una sprecata da Scrima a pochi metri dalla porta.
Nella ripresa confusione, qualche azione sporadica per Cutillo, per la testa di Mottola senza esito positivo e  poi tanta approssimazione dovuta sicuramente alla necessità di fare punti . Sul 2-1  anche qualche rischio dietro dove il Provvidenziale Antonio junior Boscia diventa più invalicabile del Monte Calvario innevato e in scivolata evita due volte alla punta avversaria di presentarsi sola in area.
Poi per fortuna nel quarto d'ora finale arriva il lancio giusto di Gigi Perillo per il tocco di giustezza di testa di Loris Cutillo che la spizzica mettendo dentro il 3-1 che rende accademici i minuti finali, dove il Greci avrebbe potuto fare un altro gol ma l'arbitro non vuole infierire e ferma  in dubbio fuorigioco Jimmy De Prospo imbeccato da Enzo Zoccano.

0 commenti:

Posta un commento