.

.
FLUMERI - ASD GRECI -- DOMENICA 10 DICEMBRE , ORE 14.30 - VILLANOVA DEL BATTISTA

mercoledì 28 novembre 2012

Ciao Carmelo

Non avrei mai voluto aggiornare questo blog (ormai abbandonato) per lo scherzo  che ci hai fatto , una scomparsa che ha sconvolto un'intera comunità e credo abbia  lasciato un vuoto a ognuno che ha avuto la fortuna di incontrarti.

La sintesi migliore del tuo essere mattacchione dall'animo gentile e sincero , del tuo sorriso contagioso  è tutta racchiusa in questa foto.
Ed è cosi che voglio ricordarti. Un abbraccio. Carlo.



Lo spazio nei commenti (cliccare su commenti a fine articolo e poi scegliere commenta come anonimo firmandosi nello spazio per la composizione del messaggio) è a disposizione per chiunque  voglia raccontare un aneddoto nei vari anni di calcio insieme e naturalmente anche per chi con Carmelo ha condiviso altri momenti di aggregazione.

Io voglio farlo cosi..

Come spesso accade da grandi quando le amicizie non nascono spontaneamente come quando si è bambini ma spesso per interessi in comune ed affinità , cosi è nata la nostra amicizia .
Ci siamo conosciuti non più di 7-8 anni fa nell'abituale agosto grecese e ogni estate che passava abbiamo legato maggiormente ; i traits d'union che spesso ha finito per farti trascorrere più tempo con noi che con Carmela nei divertenti pomeriggi d'agosto sono stati la passione per il calcio e per l'aggregazione .
Come dimenticare tutti i preparativi per organizzare i primi tornei di calcetto con i confronti sulle regole per la coppa disciplina, la tua massima disponibilità ad arbitrare, o i tornei che abbiamo giocato insieme con la storica combriccola (zocchi, foffetto e
barros) i commenti alle mie pagelle (con sfottò dedicati tutti alla nostra vittima preferita di burle) o ancora l'entusiasmante rinascita del calcio a 11 a Greci e le lunghe chiacchierate sull'aspetto dirigenziale .
Ma senza dubbio i ricordi più esilaranti sono quelli legati all'organizzazione della caccia al tesoro..noi "ragazzacci" (cit. Mario ) nel bel mezzo del pomeriggio ci smaterializzavamo dal gruppo di amici per riunirci da lui intorno al mitico tavolo dove ognuno di noi calava l'asso nella manica (l'indizio realizzato) e Mario con le sue espressioni di stupore e le mani fra i capelli (specialmente a quello di Peppe) ci preannunciava tutte le imprecazioni che avremmo subito per quegli indizi così "fantasiosi" ... salvo poi compiacersi quando io,tu,
barros, peppe, melissa spalancavamo gli occhi alla vista delle sue cartine mute. E giù con le battute, le risate...

O la "notte prima della caccia"...dove , soprattutto nei primi anni, come una setta massonica ad un cenno sparivamo dal gruppo di amici nel bel mezzo delle nottate grecesi per andare a nascondere gli indizi e , alla stregua di novelli ladri di polli,
camminavamo " quatti quatti" quando dovevamo nascondere foglietti vicino finestre o portali di case con la luce ancora accesa per non farci beccare dal padrone di casa.

Per non parlare dei momenti caotici durante la caccia dove, assaliti dalla "folla " spesso ho perso il controllo della situazione e tu con la tua personalità hai riportato tutto sul binario di marcia.

E come dimenticare (un po' di lucidità c'era ancora) il mitico ammazza caffè di Putignano..

Ci siamo conosciuti in momenti felici e ci siamo stimati vicendevolmente e ho apprezzato sempre la tua onestò, disponibilità e la dignità con cui hai combattuto.

Che dirti Melo...spero che tu abbia trovato il Tesoro .

Carlo.

21 commenti:

Anonimo ha detto...

Io ricordo l'arguzia e l'intelligenza con la quale preparava i quesiti per la caccia al tesoro.. non ho avuto modo di condividere molto con lui... come sempre i migliori sono sempre i primi a lasciarci. Sspero che possa continuare a seguirci e divertirsi con noi anche da lassù.

Alex

giorgia ha detto...

Non ho avuto il piacere di godere della sua compagnia....solo questa estate abbiamo cominciato a conoscerci...posso solo dire che è stato un vero onore... una perdita troppo dolorosa ...nessun commento renderà l'idea dello sconforto che ha portato questa atroce notizia..
Ho letto i vostri post...ecco questi rendono onore ad un uomo che ha saputo lasciare un' impronta di vero Amore su questa terra...è nel ricordo che possiamo tenerlo vivo.. Giorgia.

Anonimo ha detto...

Durante la settimana venivi e dicevi con una sicurezza notevole:"Siamo più forti,gli facciamo 3 gol oggi,tu e Loris ve li mangiate a questi...Appenninica,ma chi so?."
In squadra eri un grecese d'adozione,come me e Fabio.
Ma sei stato tu che hai contribuito a trasmettermi la cultura grecese e l'attaccamento per quella maglia.Quella maglia di cui andavi fiero,tant'è che giocavi poco,quasi mai.
Ma per te l'importante era esserci,ad ogni trasferta,ad ogni esultanza.Non poteva essere finzione la tua.Ci credevi davvero.
In questa foto,avevi quel sorriso che manifestavi ,nonostante ciò che stavi nascondendo.
è questa l'immagine più bella per me.
Noi ad esultare,tu che stai arrivando per congratularti con ognuno di noi,ad uno ad uno.
Negli spogliatoi ci aspettava il tuo batticinque,sempre presente.
Infatti ricordo un aneddoto che racchiude tutto il mio pensiero:mister Martino ti aveva rimproverato seriamente durante un allenamento,non ricordo bene il perchè.
Te ne eri andato per protesta negli spogliatoi.Il giorno dopo il mister era li a spiegarci che nella vita ci si scontra,ma da quello scontro era nato un rapporto ancora più forte,una squadra più forte,perchè avevi chiesto scusa grazie alla tua umiltà.E davanti a tutti vi eravate dati la mano.Fu un altro episodio che ci rinforzò,in quell'annata irripetibile.
Sei il compagno di spogliatoio,di squadra e della vita,che ognuno vorrebbe avere.
Grazie Carmè,(17 grazie..!)♥


Mirko Panzetta

Anonimo ha detto...

Carmelo era una persona allegra, solare, onesta e sincera. Un ragazzo straordinario che si è fatto voler bene da tutte le persone che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. I ricordi più freschi sono quelli dell'ultima estate...delle passeggiate fatte insieme dove ci siamo divertiti a scambiarci aneddoti di quando eravamo ragazzini, delle pizze che mi preparavi a tuo gusto e piacimento, della consueta caccia al tesoro dove io arrivai sofferente per via del colpo della strega e tu mi facesti la battuta "Ti piace volare sulle scope, eh? Poi tanti altri ricordi, la giornata a Putignano, i calcetti estivi e i campionati fatti con gli amici di Savignano...adesso chi mi dirà a fine partita "T'ha fumato rui gol". La notizia della tua improvvisa scomparsa mi ha letteralmente sconvolto...e comunque un giorno ci reincontreremo per quell'ammazza amazzacaffè che ancora non abbiamo preso...so già che mi risponderai "E qual'è il problema?!" Non ti dimenticherò mai. Onorato di aver fatto la tua conoscenza. Ciao Carmè. Ciao Gazza.

Barros

asd greci reporter ha detto...

il mitico ammazza-ammazzacaffè di putignano..

Anonimo ha detto...

certe cose non si spiegano...avvenimenti così brutti ti portano a fare una serie di domande su come la vita può essere crudele e imprevedibile a volte...ma qui tra la gente che ti ha conosciuto resterá il ricordo di un ragazzo umile col sorriso sempre stampato in faccia...noi abbiamo condiviso un anno fantastico li a greci...non solo sotto l'aspetto sportivo ma anche umano...in poco tempo si era creata non solo una vera squadra ma un grande gruppo di amici...non giocavi molto...ma in quei pochi minuti che giocavi davi l anima...e accettavi con l umiltá che pochi hanno di stare seduto li in panchina anche se seduto non ci stavi mai perchè stavi sempre ad incitarci e a riprenderci ogni volta che sbagliavamo...ti voglio ricordare cosí io...come il ragazzo dalla grande umiltá e dalla risata coinvolgente che in quello spogliatoio e in quella squadra non mancava mai...ciao carmè...<3

Fabio Cerino

Anonimo ha detto...

Vorrei trovare delle parole di conforto per i familiari e gli amici di Carmelo! La morte delle persone che amiamo è sempre difficile da accettare, ma in questo caso è arrivata in silenzio e ha colpito all'improvviso, lasciandoci davvero senza fiato! Io non conoscevo Carmelo come lo conoscevate voi; i miei ricordi sono legati alle estati grecesi e, in particolare, al mio appuntamento preferito, la 'caccia al tesoro'. Come dimenticare le sue espressioni alle mie suppliche petulanti! Sono davvero sconvolta, fatico ancora a crederci! Sono vicina a tutti voi, alla famiglia, agli amici, a tutti coloro che hanno fatto parte della vita di Carmelo. Lascia un grande vuoto, che sarà impossibile colmare! è bello poter leggere di lui nei vostri ricordi. Conservate sempre viva quella sua immagine sorridente; è il solo modo che abbiamo per tenerlo ancora con noi.

Adriana

Anonimo ha detto...

Una grandissima perdita, oltre che per i suoi cari, anche per tutti noi Grecesi che eravamo diventati suoi amici e anche suoi paesani: era diventato da subito uno di noi, giustamente amato da tutti...un bacio grande alla mia fraterna amica Carmela e a tutti i Grecesi colpiti dalla grande perdita di un amico. Carmelo, accompagnaci ancora lungo il corso della nostra vita, dovunque tu sia...noi non ti dimenticheremo mai.


Michele Sasso

Anonimo ha detto...

la morte arriva inevitabile per tutti,ma per alcuni arriva troppo presto e così Carmelo ha lasciato questa terra prima del dovuto.Tutti dicono "da lassù ci guarderai" "ora sei un angelo tra gli angeli", perdonate ciò che sto per dire ma parlo da non credente...per me non c'è nessun paradiso e le persone che non ci sono più vivono sì ma nei nostri ricordi...per questo una perdita come quella di Carmelo è una tragedia,un ragazzo buono dalle mille doti e con tanta voglia di vivere una vita che ingiustamente gli è stata strappata via...non c'è consolazione per nessuno, nè parole che allevino il dolore...rimane il ricordo di chi come lui ha dato tanto di sè e ha lasciato il segno...il mio ricordo di lui è di questa estate dietro allo spillatore, con il sorriso sempre sulle labbra e di quando faceva le pizze sempre con il sorriso...Carmelo resterà nel cuore di chi lo ha conosciuto e quindi anche nel mio...l'unica cosa rimasta da dire per me è Ciao Carmelo


Laura

Anonimo ha detto...

Sarai sempre nel cuore di tutti

Enzo Norcia

Anonimo ha detto...

CARMELO VIVRà IN OGNUNO DI NOI

HA LASCIATO UN'IMPRONTA FUORI DAL COMUNE

SU TUTTI COLORO CHE HANNO AVUTO IL PIACERE DI CONOSCERLO


Loris

Anonimo ha detto...

Io ricordo quando durante le lezioni di informatica agli over 65 di Greci cercavamo un modo per superare i livelli al gioco Age of Empires.. Purtroppo risale a diversi anni fa ma ci siamo davvero divertiti insieme... Ciao Carmelo


Ivan

Anonimo ha detto...

Uno dei suoi indizi nella caccia al tesoro di quest'anno era quello di fotografare una fontana... E ora, dopo questa straziante notizia, mi viene da pensare "così come il getto di una fontana non si ferma mai, possa il tuo ricordo scorrere ininterrotto nella mente e nel cuore di chi ti ha conosciuto...di tutti noi..." Arrivederci Carmelo


Federica

Anonimo ha detto...

Ricordo piu o meno un mese fa sei venuto a pescare da noi come ogni tanto facevi xke dicevi ke ti piaceva stare li...ti rilassava..stavi tranquillo...io sono stata li con te a chiacchierare...e tu mi hai raccontato tt le tue esperienze ke riguardavano la pesca...poi siamo passati a parlare di cibo e qnt ci piaceva mangiare..ma alla fine abb anke parlato di qst orribile malattia ke stavi cercando di sconfiggere...ricordo ke mi veniva da piangere....ricordo ke ti guardavo e pensavo..."sei forte ce la farai"...ma purtroppo nn è stato cosi...ora purtroppo nn ci sei piu..ma sono certa ke dall alto ci guardi e dai forza a tt le persone ke ti amano.. io ho avuto davvero poco tempo x conoscerti ma una cosa è certa mi rimarrai nel cuore.....ciao Carmelo

Pina

Anonimo ha detto...

IN UN'UNICA ESPRESSIONE......LA TUA PERDITA E' UNA TRAGEDIA!!!
Che il Signore ti conceda il Paradiso, perchè se in questa vita hai avuto poco tempo per gioire ..... Lassú possa godertela fino in fondo... Ciao Carmé

Virgilio

Anonimo ha detto...

Mi ricordo una domenica eravamo in panchina e tu come sempre eri in piedi a seguire la partita ..... non ricordo contro chi stavamo giocando la partita era tesa stavamo dominando ma non si segnava ..... in più l' arbitro ci stava mettendo del suo ..... allora urlai a marco manzo ..... "marco se ti devi far cacciare dai un senso a questa espulsione" ..... l' arbitro senti le mie parole e venne verso la panchina chiedendo ..... "chi è stato a dirlo ?" ..... tv caro melo senza esitare dicesti IO ..... E TI fu mostrato quel cartellino rosso che sarebbe dovuto essere stato mio ..... a fine primo tempo ti chiesi scusa e mi dicesti ago che problema c'è ..... un piccolo aneddoto che ho voluto raccontare un piccolo esempio della tua grande personalità ..... 6 grande MELO come laziale come amico come uomo ciao ....


Agostino

Anonimo ha detto...

La vita alcune volte prende certe strade ke non riesci proprio ad accettare....un ringraziamento va a te ke mi hai protetto, insegnato e sgridato sia dentro e fuori dal campo!un amico, un fratello,uno SCAVSO!!grazie di tutto,rimarrai per sempre dentro tutti noi!un grande abbraccio e sono sicuro ke anke dove ti troverai adesso ti comporterai sempre da Signore!ciao Carmelo


Vittorio Cifaldi

Anonimo ha detto...

Innumerevoli sono i flash-back che mi legano al tuo ricordo, e che animano tuttora la nostr'Amicizia! Come dimenticare il mini-Tour Garganico con quegli altri 3 Pazzi, a bbotte di risate goliardiche & Folli disAvventure, fino a spensierate Albe inoltrate; oppure quel Torneo ai Pallottini giocato e stravinto insieme a suon di triangolazioni, gol & mezzecapriole__per esprimere una strana qualità di Gioia,, così difficile da contenere!!!! O le tante fugaci apparizioni vicendevoli, in cui un sorriso, una pacca, una stretta di mano o un abbraccio__ bastavano a ricapitolare in un "TUTTOK, alla Grande!", tutto il vissuto trascorso distante. Ultimamente non ci vedevamo più granchè, perchè un' arteria importantissima della tua Vita ti aveva condotto nel ♥ della comunità Grecese . Nel nostro c'eri già passato, fermato, Condiviso & posto incancellabile Firma ! :) Per quanto mi riguarda, la tua non è una perdita,, bensì un inestimabile Guadagno : 1 Vero Amico in più, presso i Tesorieri del Cielo_ tra gli Amici del Signore!!! Visione imputabile di Egoismo, forse_ lo so. Ma di *sorella morte* ho maturato ormai una concezione AltaMentePositiva & Feconda_ da non poter assolutamente ritrattarla. Può solo divenire ancora più Bella ! Nè tantomeno riesco a percepire il buio malefico di una Tragedia . Sono franco & lo saj: Nessun Dolore, solo Infusione di un'altra piccola Goccia di quel *GRANDE &d Eterno AMORE*, che se non ci fosse stata...sarebbe sicuramente _ a TUTTI _ mancata ! E poi, te la sei scelta bene la Data_ per la tua & il Passaggio alla Dimensione + Avanzat@ come fanno gli Artisti : * 25 NOVEMBRE, Festa di CRISTO RE * !!!!! , a 1 mese esatto dal suo Santo Natale . Adesso lo sai perfettamente anche tu, CHI è ,, e cos'è che davanti a Lui......veramente VALE ! ! ! <GRAZIE di TUTTO , & di ciò che sei stato : GAZA PER SEMPRE <3 Finalmente, pure DIO t'ha Incoronato ^_^ p.s. Aspetto l'aneddoto di Enzo Di Minno, please ;)


Vincenzo Musto

Anonimo ha detto...

era una domenica classica e ancora una vlt relegati in panca... La settimana precedente il mister mi mandò in pancina senza maglia e diede una numerata a un nostro compagno infortunato ma che doveva fare numero... Quella domenica avevo buone possibilitä per entrare e per nn trovarmi con una 00 che poi era la mia maglia del San Marino; arrivò lui e cn un suo : "WE BORRIE, prenditi la mia 17!!!" E quel gg entrai in campo cn quella maglia... Per qnt presenze in panchina abbiamo fatto potremmo scrivere un libro, io a giocare col pallone e tu a infastidire con i calci e partì la rincorsa fotografata quel gg in casa contro il Carife... E poi la tua doppietta nel derby del Cervaro!!! quante risate in quel dopo partita... nn so quante volte ti vantasti... la domenica successiva mi facist na cap chiena di chiacchiere Qnt macchiette... WECARME'17 :D e' stato un onore conoscerti e mi mancherai tanto!!!

Francesco Borriello

asd greci reporter ha detto...

Come spesso accade da grandi quando le amicizie non nascono spontaneamente come quando si è bambini ma spesso per interessi in comune ed affinità , cosi è nata la nostra amicizia .
Ci siamo conosciuti non più di 7-8 anni fa nell'abituale agosto grecese e ogni estate che passava abbiamo legato maggiormente ; i traits d'union che spesso ha finito per farti trascorrere più tempo con noi che con Carmela nei divertenti pomeriggi d'agosto sono stati la passione per il calcio e per l'aggregazione .
Come dimenticare tutti i preparativi per organizzare i primi tornei di calcetto con i confronti sulle regole per la coppa disciplina, la tua massima disponibilità ad arbitrare, o i tornei che abbiamo giocato insieme con la storica combriccola (zocchi, foffetto e
barros) i commenti alle mie pagelle (con sfottò dedicati tutti alla nostra vittima preferita di burle) o ancora l'entusiasmante rinascita del calcio a 11 a Greci e le lunghe chiacchierate sull'aspetto dirigenziale .
Ma senza dubbio i ricordi più esilaranti sono quelli legati all'organizzazione della caccia al tesoro..noi "ragazzacci" (cit. Mario ) nel bel mezzo del pomeriggio ci smaterializzavamo dal gruppo di amici per riunirci da lui intorno al mitico tavolo dove ognuno di noi calava l'asso nella manica (l'indizio realizzato) e Mario con le sue espressioni di stupore e le mani fra i capelli (specialmente a quello di Peppe) ci preannunciava tutte le imprecazioni che avremmo subito per quegli indizi così "fantasiosi" ... salvo poi compiacersi quando io,tu,
barros, peppe, melissa spalancavamo gli occhi alla vista delle sue cartine mute. E giù con le battute, le risate...

O la "notte prima della caccia"...dove , soprattutto nei primi anni, come una setta massonica ad un cenno sparivamo dal gruppo di amici nel bel mezzo delle nottate grecesi per andare a nascondere gli indizi e , alla stregua di novelli ladri di polli,
camminavamo " quatti quatti" quando dovevamo nascondere foglietti vicino finestre o portali di case con la luce ancora accesa per non farci beccare dal padrone di casa.

Per non parlare dei momenti caotici durante la caccia dove, assaliti dalla "folla " spesso ho perso il controllo della situazione e tu con la tua personalità hai riportato tutto sul binario di marcia.

E come dimenticare (un po' di lucidità c'era ancora) il mitico ammazza caffè di Putignano..

Ci siamo conosciuti in momenti felici e ci siamo stimati vicendevolmente e ho apprezzato sempre la tua onestò, disponibilità e la dignità con cui hai combattuto.

Che dirti Melo...spero che tu abbia trovato il Tesoro .

Carlo.

Anonimo ha detto...

Ciao CARMELO è già volata via una settimana R.I.P. "GAZZA"
Nel cielo biancazzurro brilla una stella
che in tutto il firmamento è sempre la più bella..
Ma questo grande amore non finisce davvero
biancazzurro nel cuore e nei colori del cielo..
Vola sul prato verde vola
Lazio tu non sarai mai sola
vola un'aquila nel cielo più in alto sempre volerà…


Nigi

Posta un commento